Minuta coattiva

Solo nel caso in cui l’ente vuole emettere un ruolo coattivo, il pannello in cui vengono indicate le generalità del ruolo obbliga l’utente ad indicare la tipologia del tributo: “Disdettati” o “Non disdettati”.

A seconda della scelta effettuata per l’anno, l’utente visualizzerà l’elenco dei tributi che potrà o meno selezionare.

Nel caso in cui l’anno di imposta si riferisce ad un’annualità in cui non vi erano rapporti in convenzione, la tipologia del tributo dovrà essere “Disdettato”.
Se il tributo è “Non disdettato” e il pagamento è effettuato entro il termine dei 60 giorni l’aggio dovuto all’Agente della riscossione (Adr), che è fissato per legge al 9% di quanto iscritto a ruolo, è a carico del contribuente in misura del 4,65%. 
Scaduti i 60 giorni, l’aggio è interamente a carico del contribuente e si aggiungono anche altri oneri: gli interessi di mora (maturati giornalmente dalla data di notifica) e tutte le eventuali ulteriori spese che deriveranno dall’attivazione delle procedure di riscossione (iscrizione e cancellazione di ipoteca, ecc).   
Nel caso in cui il tributo invece è “disdettato”, il calcolo del compenso (aggio dovuto all’Agente della Riscossione) è diverso: il 9% viene maggiorato del 25%, quindi in totale sarà il 11,25%.

Il 4,65 % sarà subito indicato in cartella, quindi a carico del contribuente.

Il restante 6,60% entro 60 giorni dalla notifica della cartella sarà a carico dell’ente.
Decorsi i 60 giorni, questi saranno caricati ulteriormente al contribuente che pagherà quindi il totale dell’11,25%

In questo caso l’ente è esentato da ogni compenso ma avrà a suo favore gli interessi di mora che scattano al sessantunesimo giorno (6,8% annuo, 3,4% semestrale, quindi 0,01863 giornaliero).

Decorsi 60 giorni dalla notifica della cartella senza che il contribuente abbia provveduto al pagamento, l’Agente della Riscossione potrà attivare tutte le procedure esecutive/cautelari previste dalla legge, finalizzate al recupero delle somme.

Esempio:
L’ente iscrive PINCO PALLINO a ruolo coattivo per il tributo disdettato 9000 per il 2006 per € 100,00

Pinco Pallino riceverà una cartella di € 104,65 + 5,88 di diritti di notifica (totale di € 110,53)

Se questi paga al 61° giorno dopo la data di notifica, l’importo da pagare sarà di 111,25 + mora di 61 giorni + 5,88 di diritti di notifica

NB: Un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, taglia dall’ 8,4% al 6,8% il tasso da applicare su base annua, a partire dal 1° ottobre 2009.

La rideterminazione degli interessi (prevista dall’ art. 30 del dpr 602/73) è stata fissata sulla base della media dei tassi bancari attivi, calcolata con riferimento all’anno 2008, comunicata dalla Banca d’Italia. 

La riduzione degli interessi di mora sul pagamento delle cartelle in ritardo non si applica agli interessi aggiuntivi di competenza degli enti pubblici previdenziali che sono disciplinati dall’art. 27 del dlgs 46 /99, che prevede una norma derogatoria rispetto a quella dell’art. 30 del dpr 602 /73.